• Il Foglio di Villa Greppi

Scienza in pillole: gorilla, cornacchie ed enzimi ecologici

Gorilla

Due gorilla sono nati nel parco nazionale Virunga, nell'est della Repubblica Democratica del Congo, portando a dodici le nascite dall'inizio dell'anno. Il parco è un'importante riserva per i gorilla di montagna, una specie minacciata.


Cornacchie

Si sapeva già che le cornacchie sono particolarmente intelligenti. Sanno fabbricare strumenti combinando oggetti, risolvono puzzle ed enigmi geometrici, anticipano i problemi e li risolvono. Un esperimento pubblicato su Science suggerisce che sanno di sapere, cioè sono dotate di una coscienza primaria (o sensoriale), considerata un'esclusiva degli esseri umani e di altri primati. Il monitoraggio dell'attività cerebrale di alcune cornacchie (Corvus Corone) impegnati in test di percezione visiva, mostra che avvertono consapevolmente gli stimoli ed elaborano una risposta basandosi sull'esperienza soggettiva: gli eventi appena osservati e memorizzati creano una consapevolezza immediata del mondo che le circonda. Questo processo avviene nella parte del cervello degli uccelli più densa di neuroni, chiamata pallio. La mappa tridimensionale del pallio nei piccioni e nei barbagianni ha evidenziato una struttura neuronale molto simile a quella della corteccia cerebrale dei mammiferi.


Enzimi ecologici

Alcuni ricercatori hanno combinato i due enzimi che permettono al microrganismo del suolo Ideonella Sakaiensis di sfruttare come alimento la plastica pet (polietilene tereftalato). Il nuovo enzima è più veloce nel degradare la plastica, scrive Pnas. Secondo i ricercatori, si potrebbero usare cocktail di enzimi per realizzare un sistema di riciclaggio dei rifiuti composti da diversi tipi di plastica mescolati.



(Le notizie qui pubblicate sono state interamente prese dalla rivista INTERNAZIONALE n. 1378)

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti