• Il Foglio di Villa Greppi

Ma tu... che studente sei? Trova la tua categoria (facendo due risate)

Aggiornato il: feb 12

di Gilberto Pirovano



Tempo fa, dopo aver letto con fatica un lungo documento della scuola su DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), BES (Bisogni Educativi Speciali) e altre categorie di studenti, mi sono detto:  ma un brianzolo, volendo classificare gli studenti, che categorie tassonomiche elaborerebbe?   Ho impostato il lavoro in modo scientifico...


CLASSIFICAZIONE BRIANZOLA DEGLI STUDENTI


S.N.C.N. STÜDIA NÒ CAPÌS NAGÒT: trattasi di soggetti che sono refrattari a intraprendere qualsivoglia attività che abbia a che fare con la scuola. Inoltre sembrano mancare di strumenti logici atti a capire.

S.P.C.N. STÜDIA PÒC CAPÌS NAGÒT: soggetti che possono sporadicamente intraprendere attività similari allo studio ma mancano degli strumenti logici atti a collegare il poco che hanno assimilato.

S.M.C.N. STÜDIA MA CAPÌS NAGÒT: soggetti che intraprendono sistematicamente attività similari allo studio senza ottenere alcun risultato misurabile con la docimologia tradizionale.

S.P.M.C. STÜDIA PÒC MA CAPÌS: soggetti dotati di intelligenza superiore alla media che riescono ad ottenere risultati scolastici apprezzabili in modo inspiegabile per i docenti, senza un impegno sistematico nello studio.

V.D.L.S.A. VOIA DE LAURA’ SALTEM ADOSS o anche C.D.V. CÀNA DE VÉDAR: soggetti geneticamente predisposti a evitare qualsivoglia attività che preveda impegno e applicazione. Il loro motto è: “Il lavoro innanzitutto, ma innànz un bèl tòc”

S.D.S. SCIÜSCIABÀL DI STRÒLEK*: soggetti predisposti a credere a qualsiasi affermazione li colpisca nell’immaginario senza avere prove e senza verificarne le fonti. Solitamente sono anche refrattari ad accettare dimostrazioni scientifiche che non coincidano con il loro pensiero. Nel gergo moderno si potrebbero descrivere come “bevitori di fake-news”

B.B. BRÀU BAGÀJ: soggetto almeno all’apparenza serio, educato e sufficientemente impegnato nelle attività scolastiche e non. Nonostante ciò potrebbe ricadere in altre categorie come SNCN.

M.M.F. MÒL MÉ’N FÌK: soggetto senza volontà, senza nerbo, disposto all’autoindulgenza e predisposto all’insuccesso in qualsiasi attività intrapresa.

S.F.P.L.L. SALTA FÒSS PER LA LUNGA: soggetto che sopravvaluta le proprie capacità. Non prevede gli insuccessi che regolarmente ottiene imputandone a terzi la responsabilità.

B.P. BRÜTA PENÀGIA**: soggetto di sesso femminile di difficile gestione sia per il carattere particolare, di solito poco propenso al lavoro personale e/o di gruppo, sia per la predisposizione a creare problemi nelle relazioni con compagni e docenti. Un altro tratto caratteristico è la assoluta mancanza di autocritica e la tendenza ad incolpare terzi per effetti negativi di azioni proprie.

----------------------------------------------------------------------

P.S.: Nella categoria dei genitori è sempre più diffusa la MAMA BÉKA o il PAPA’ BEKÒN, genitore che, con fare aggressivo e prevaricatore (ribeccando), attribuisce i risultati negativi del/della figlio/a (SNCN o VDLSA) esclusivamente alla mancata motivazione di quest’ultimo da parte del docente.

* SCIÜSCIABÀL DI STRÒLEK: veniva definito così chi credeva alle zingare (astrologhe) che leggevano la mano predicendo il futuro.

** PENÀGIA: in italiano zangola – recipiente di legno di forma cilindrica o tronco-conica che viene utilizzata per sbattere la panna e trasformarla in burro.

107 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now