• Il Foglio di Villa Greppi

IL 2019...UN ANNO RICCO DI MUSICA

di Gloria Brambilla


Ormai il 2019 è concluso da un bel pezzo, ma nonostante ciò la musica che ha caratterizzato questo anno verrà ascoltata e riascoltata da molte generazioni future, come noi ragazzi e adulti di oggi ascoltiamo canzoni considerate “vecchie” o di “vecchio stile” a partire per esempio dal country, per passare poi al pop o al rock fino ad arrivare ai nostri giorni con la musica rap. Come detto precedentemente la musica che rappresenta maggiormente la nostra generazione è il rap, e la maggior parte dei giovani, e anche certi adulti, ascoltano questo genere, considerato orecchiabile e facilmente memorizzabile grazie alle parole.

Negli anni '80 -'90 la musica ascoltata nelle discoteche era principalmente musica disco, mentre oggi si può confermare chiaramente che la musica più riprodotta in questi locali è principalmente di genere rap. Ma questo non toglie niente agli altri generi che anche se ascoltati un po' meno hanno una rilevante importanza nella musica contemporanea.

In questo articolo verranno ora messe alla luce ed elencate le canzoni più ascoltate, quelle di cui sono stati venduti più dischi del 2019, prendendo in considerazione i generi più ascoltati e anche quelli un po' meno “popolari”.


Partirei dagli stili ascoltati un po' meno come per esempio… il COUNTRY.

Il country è l'insieme di più generi, ovvero quelli provenienti dal sud degli Stati Uniti e la musica degli immigrati anglo-irlandesi. La canzone più ascoltata in questo ambito nel 2019 è stata il remix di “Old Town Road” di Lil Nas X con la collaborazione di Billy Ray Cyrus: https://www.youtube.com/watch?v=w2Ov5jzm3j8

Quando la canzone originale uscì per la prima volta il 16 marzo 2019, entrò nella Billboard Hot 100 all'83° posto, mentre dopo la seconda uscita, che consisteva in un remix in collaborazione di Billy Ray Cyrus, riuscì a raggiungere il primo posto dopo solo sette giorni dalla pubblicazione. Questo suo picco gli permise di ottenere il record di maggior numero di settimane in vetta alla classifica: ben 17! Per di più dopo sole 2 settimane ottenne il record per il maggior numero di riproduzioni in streaming in sette giorni, di cui 143 milioni solo negli Stati Uniti.


Ora passeremo ad un altro stile non molto conosciuto ma nel contempo anche abbastanza ascoltato, soprattutto dalla nostra generazione: l'INDIE.

La canzone più ascoltata di questo genere è “Mai Natale” di Galeffi:

https://www.youtube.com/watch?v=lO2Ff8RE670

Galeffi è un cantante e cantautore rivelazione dell'ultimo anno. Le sue canzoni sono sfacciate, intrise di vita quotidiana, amori totali e rimandi letterari. L'autore racconta che questa canzone è stata scritta per la sua ragazza, che lo aveva appena lasciato, nella quale le dice che senza di lei tutto era diventato brutto e terribile, addirittura la musica e il Natale.


Un altro stile che al giorno d' oggi non è ascoltato come una volta, e per una volta intendo il periodo dei nostri genitori, quindi più o meno gli '70-'80-'90. Il genere di cui sto parlando è il ROCK, che in quegli anni ha spopolato ovunque e ha avuto moltissimo successo. Possiamo infatti ricordare alcuni famosissimi gruppi, tra i quali: i Queen, gli AC/DC, gli U2 oppure i Pink Floyd…che ancora oggi, nonostante la loro età, sono ancora ascoltati molto dai giovani. Torniamo al 2019, dove la canzone più ascoltata e la migliore in assoluto è “In the end” dei Cranberries, scritta dall'autrice Dolores O'Riordan scomparsa tragicamente nel 2018. Questa canzon, come tutte quelle scritte da lei, trattano di problemi psicologici di grande rilievo (https://www.youtube.com/watch?v=TAWx6k8ZQnU).


Ora passiamo ad uno stile ascoltato con grande frequenza, che ormai ha popolato tutta la musica contemporanea: il POP. La definizione esatta di pop music è: genere musicale appartenente all'insieme della popular music, che trova origine, nella sua forma contemporanea, come derivazione dal rock and roll. Questo genere nasce nel 1960 e in Italia inizialmente veniva chiamato “musica leggera”. Mentre alla fine del decennio iniziò ad essere usato per indicare le canzoni che non seguivano i canoni della canzonetta e che venivano ascoltate a Sanremo. A questo genere appartenevano senza distinzioni la musica beat, il rock psichedelico e il rock progressivo. Il padre del pop è senza ombra di dubbio il grandissimo ed eccezionale Michael Jackson.

La canzone pop più ascoltata in Italia, presumo specialmente da noi giovani, è “Señorita” di Shawn Mendes e Camila Cabello (https://www.youtube.com/watch?v=Pkh8UtuejGw).

Questo brano è stato pubblicato per la prima volta il 21 giugno 2019.

Il video di questo singolo incomincia con l'arrivo in moto del cantante Shawn ad un diner dove conosce la cameriera, interpretata dalla cantante Camila. Insieme decidono di girare il mondo e una sera finiscono in un motel dove passano tutta la notte insieme.

Questa canzone ha avuto molto successo e il suo video si è aggiudicato quattro nomination al MTV Video Music Awards per la miglior collaborazione, fotografia (a cui è stato assegnato il premio) e scenografia.


Infine abbiamo l'ultimo genere, sicuramente più ascoltato in assoluto e amato da tutti i giovani e giovanissimi: il RAP.

Il rap, malgrado sia uno stile ormai molto conosciuto, forse non tutti sanno che oltre a chiamarsi rap, viene denominato anche hip-hop. Questo genere nacque negli anni '70 in negli Stati Uniti d'America ed è caratterizzato da una musica ritmica stilizzata che comunemente accompagna il rapping, ovvero un discorso ritmato e cantato in forma di rime senza melodie.

Nel 2019 la canzone più ascoltata dai giovani italiani è stata “È sempre bello” di Coez (https://www.youtube.com/watch?v=MNWpYoR0HLw).

Una cosa molto curiosa di questa canzone è che il videoclip è stato registrato esattamente a Brighton nel Regno Unito e poi pubblicato successivamente il 16 gennaio 2019 sul canale Youtube dal rapper.

Alcune recensioni dicono che questa canzone rappresenta per Coez un modo per chiudere un cerchio aperto dieci anni fa con "Figlio di nessuno", il suo primo album solista, quando giocava ancora a fare il rapper duro e spietato nei Brokenspeakers, una delle crew più rispettate dai seguaci della scena hip hop capitolina. Il ragazzo problematico di ieri ha lasciato il posto a un uomo maturo, che a 35 anni, dopo aver ottenuto finalmente quello per cui aveva sempre lottato, fa pace con il passato e inaugura un nuovo capitolo della sua carriera.


Questa classifica di canzoni è conclusa e si può ribadire, come dice il titolo di questo articolo, che il 2019 è stato un anno ricco di musica e di belle canzoni. Penso rimarranno per molto tempo nella storia della musica, come hanno fatto le molte altre che le varie generazioni hanno potuto ascoltare nel corso degli anni.

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti