• Il Foglio di Villa Greppi

I rappresentanti degli studenti si presentano


MATTEO VITULLO

Mi chiamo Matteo Vitullo e frequento la 4^KA.

Nella vita mi piace molto cucinare ed affilare i coltelli su pietra poiché sono tra le poche cose che riescono a liberarmi la mente per quelle poche ore alla settimana.

Mi piacciono i Motor-sport soprattutto la MotoGP e le sue cilindrate leggere, ma ogni tanto guardo anche qualche gara di Formula1.

Onestamente non mi è mai piaciuto il Villa Greppi: vecchio, malfunzionante e disorganizzato.

Come ho detto all’assemblea d’Istituto quando mi sono presentato, ho scelto la scuola per la vicinanza a casa, difatti chimica non mi fa impazzire come indirizzo... preferisco di gran lunga le materie umanistiche per le quali sono anche più portato. Finite le superiori mi piacerebbe andare all’università a studiare storia.

Ho deciso di candidarmi dato che sono una persona lagnosa e pessimista e volevo avere l’opportunità di cambiare qualcosa nella scuola che tanto mi pesa… renderla un posto più piacevole dove vi siano davvero le condizioni, credo purtroppo utopiche, per studiare nella massima tranquillità. In futuro vorrei anche provare ad entrare nel mondo della politica ed ho visto l’occasione come l’assaggio di un mondo a me ancora sconosciuto.

Coi miei “colleghi” sto cercando di portare avanti qualche nuova iniziativa che possa incrementare il valore della scuola ed anche divertire gli studenti, difatti ci stiamo già guardando attorno per organizzare felpe, borracce e feste.

BILAL FILALI

Ciao a tutti, io sono Bilal Filali di 4IA, nuovo rappresentante d’Istituto.

Mi sono proposto come rappresentante perché mi sono accorto di essermi sempre lamentato di molte problematiche che affliggono la scuola, senza mai però capirne a pieno le difficoltà di risoluzione, ed avendo tempo libero "da sprecare", ho deciso di impiegarlo per fare qualcosa di utile per la scuola dove passo molto del mio tempo.

La mia più grande passione è la tecnologia, soprattutto le componenti PC e gli smartphone, quindi la scelta della scuola è stata anche guidata da questo. Sono anche molto appassionato di film e serie tv, specialmente quest’ultime.

Ho scelto di frequentare questa scuola per vari motivi, inizialmente però volevo optare per un liceo scientifico delle scienze applicate, visto che comunque ero molto indirizzato verso un percorso di studi scientifici, però poi ho deciso di seguire un tecnico in quanto così, oltre ad una buona preparazione per l'università, che non ero sicuro di frequentare, mi avrebbe dato la possibilità di lavorare in un settore molto richiesto al giorno di oggi. In più ho avuto la fortuna di avere la scuola perfetta per me molto vicina, quindi la scelta non è stata difficile.

ELISABETTA MESCHI

Ciao villagreppini :), mi chiamo Elisabetta Meschi e frequento la 5ª sezione A delle scienze umane.

Ho forte interesse per tutto ciò che riguarda l'attualità e le diversità del mondo in cui viviamo. Mi piace circondarmi di persone che mi stimolino ed ispirino, per questo amo passare il mio tempo libero con gli amici o partecipando ad iniziative riguardanti tematiche sociali.

Ho deciso di candidarmi come rappresentante degli studenti per imparare di più a partire dalle voci di tutti noi ragazzi, e perché ognuna di esse possa sentirsi rispettata ed ascoltata. Tengo molto alla nostra scuola e voglio poter uscire dal nostro istituto questa primavera lasciandomi alle spalle un Greppi in fiore.

RICCARDO RIBOTTO

Sono Riccardo Ribotto, ho 17 anni e frequento il corso scienze umane nella classe 3SA al Villa Greppi.

Al di fuori della scuola mi interesso di diverse cose: mi piace molto impegnarmi nella corsa e nel nuoto. Amo leggere e informarmi su attualità e politica.

Il dibattito critico e oggettivo di temi salienti che accadono e circondano le nostre vite è un ottimo modo per crescere e imparare. La storia, prevalentemente di epoca antica è classica, è un'altra delle mie passioni. Strategie militari e battaglie, personaggi illustri ricordati e imitati in duemila anni di storia, diplomazia, politica, le basi linguistiche su cui strutturiamo ora la nostra comunicazione; le fondamenta che stanno alla base della nostra società.

Tornando a parlare del Greppi e dei Villagreppini, come avranno già detto o diranno gli altri rappresentati, penso che in questi anni si sia andando perdendo lo spirito e il “patriottismo” verso la nostra scuola. Il peso dello studio, i progetti, gli incarichi e gli impegni esterni hanno portato gli studenti a sentire un carico eccessivo sulle proprie spalle che inevitabilmente li ha portati a sentirsi meno partecipi e attivi.

La nostra scuola è comunque un istituto che offre molte possibilità di crescita e formazione. La struttura fatiscente ha evidenti problemi: i tetti che perdono, intere piani su cui i bagni sono completamente chiusi, tubature rotte, muffa e ambiente mal sano nel piano inferiore, attrezzature antiquate. Tutte cose su cui lotteremo, una lotta che prevede cambiamento e miglioramento. Il motivo per il quale mi sono candidato? Mi sembra abbastanza evidente: il cambiamento. Certo non si potrà mai realizzare tutto o risolvere le condizioni precarie in cui versa la scuola, ma i primi a crederci dobbiamo essere noi, e vi assicuro che io ci credo. Solo così si potranno mettere in moto quegli ingranaggi che porteranno il miglioramento.

Proprio per questo motivo mi sono candidato anche come rappresentante della consulta provinciale, organo davvero poco sentito nella nostra scuola. Essere vicini e in diretto contatto con la provincia, ci porterà di un passo più vicino ai nostri obbiettivi.

FRANCESCA SCUTO

Sono Francesca Scuto e frequento la 2^SB.

I miei interessi riguardano prevalentemente l’arte (che sia in qualunque sua forma: pittura, scultura, musica…) e la corsa. In generale penso di essere una ragazza abbastanza aperta a nuove esperienze, probabilmente anche perché punto all’arricchimento che esse possono darmi, seppur minimo: se mi si presenta davanti un’occasione, difficilmente riesco a dire di no. In effetti, quest’anno ho deciso di partecipare a gran parte delle attività offerte dal Villa Greppi; sarà per questo che sento lo spirito di appartenenza a questa scuola più presente. Villa Greppi rende possibile la partecipazione a molte iniziative: basta solo saperle accogliere per accorgersene. Per questo non sopporto di vedere l’edificio nello stato in cui è ora, con molti problemi che fanno quasi apparire la scuola come abbandonata a sé stessa.

Quest’anno mi si è presentata l’occasione di candidarmi come rappresentante della consulta provinciale (compito che in realtà viene un po’ messo da parte). Ho appena iniziato, ma penso che occuperò la commissione riguardante l’edilizia. Ciò che mi propongo di fare è non solo di “responsabilizzare” la scuola, quanto più rendere cosciente la Provincia delle condizioni in cui versano gli edifici scolastici, quindi ottenere qualcosa di concreto. Penso che questa esperienza mi farà maturare tanto, e spero di poter davvero fare qualcosa anch’io per quello che è l’ambiente nel quale passiamo la maggior parte del nostro tempo.

167 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti