• Il Foglio di Villa Greppi

Banksy: 19 milioni di euro agli ospedali inglesi

di Paola Radaelli


Cambiano i tempi e cambia il significato di “supereroi”. Durante la pandemia il termine è stato spesso associato agli staff ospedalieri, che fin dall’inizio si sono impegnati per reggere sulle loro spalle un mondo che stava crollando. È quindi proprio a loro che Banksy ha dedicato “Game Changer”.

Lo street artist inglese famoso in tutto il mondo (nonostante sia sconosciuta la sua identità) ha fatto comparire, come per magia, questo dipinto su un muro del General Hospital di Southampton (Inghilterra) il 6 maggio 2020, quando il servizio sanitario nazionale britannico (NHS) era quasi al collasso sotto la prima ondata di Covid-19. Nella stessa data cade anche la ricorrenza del National Nurse Day (Giornata nazionale degli infermieri) negli Stati Uniti. Non può essere una coincidenza, dal momento che l’opera (un olio su tela incorniciato di 91 x 91 cm) raffigura un bambino che ha lasciato Batman e Spider-Man nel cesto dei giocattoli per giocare invece con la bambola di un’infermiera portante un mantello svolazzante, una mascherina chirurgica e una croce rossa sul petto. Tale croce è l’unico elemento colorato del dipinto, il che ha portato lo stesso artista ad aggiungere nel suo messaggio di ringraziamento queste parole: Spero che questo illumini un po’ il posto, anche se è solo in bianco e nero".

Con l’approvazione di Banksy, l’opera è stata ribattezzata “Painting for Saints”, in riferimento alla squadra di calcio della città di Southampton, chiamata proprio “The Saints”. La conferma che il dipinto sia di Banksy arriva dalla pagina Instagram dello street artist, dove da inizio pandemia egli ha sempre sostenuto l’importanza di rispettare le misure di sicurezza, postando ad esempio una foto del suo bagno “infestato” da disegni di topi, con il commento: “Mia moglie odia quando lavoro da casa”.

Banksy ha voluto donare quest’opera all’ospedale per raccogliere fondi da devolvere al Servizio Sanitario Nazionale. La casa d’aste Christie’s si è occupata di venderlo in occasione dell’anniversario del primo lockdown nazionale nel Regno Unito, introdotto a marzo 2020. Si stimava che il valore di “Game Changer” si aggirasse intorno ai 6 milioni di dollari americani, ma il prezzo battuto all’asta ha superato di gran lunga le aspettative. È infatti a 16.7 milioni di sterline (circa 23 milioni di dollari americani e più di 19 milioni di euro) che è stato venduto il dipinto. Secondo la stampa inglese, un ladro avrebbe già cercato di impossessarsene pochi giorni dopo la sua comparsa all’ospedale di Southampton, ma è stato subito fermato dalla sicurezza e scortato fuori.

Una riproduzione di “Painting for Saints” rimarrà esposta all’ospedale, in bella vista per i pazienti e per il personale, perché, come ha detto l’amministratrice delegata Paula Head, è "uno sfondo stimolante per soffermarsi e riflettere in questi tempi senza precedenti". In effetti è un simbolo di speranza oltre che di gratitudine nei confronti di tutti i medici e gli infermieri che gli passano a fianco. Banksy è famoso per i messaggi celati nelle sue opere, e anche in questo caso ha voluto racchiudere in un dipinto il ringraziamento di milioni di persone al personale ospedaliero per l’eroismo, il coraggio e la forza che hanno dimostrato soprattutto durante la pandemia di Covid-19, affrontando turni estenuanti, situazioni al limite della sopportazione e decessi che andavano moltiplicandosi. Non c’è dubbio che siano loro i veri supereroi dell’ondata pandemica che ha scosso il mondo intero.

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti